Go To Top

Psicologo a Genova e Chiavari

Psicologo Psicoterapeuta a Genova e Chiavari 

 

Lingua

itenfrderues

Area Utente

Dove Ricevo

Studio Privato di Genova

Via XX Settembre 16/1 (c/o Studio Pilone)

Studio Medico di Chiavari

Martiri della Liberazione 96/4

(c/o Studio Medico)


Per concordare un appuntamento telefonare al numero:


+39 340 4575631

 

o scrivete una mail compilando il form qui sotto: 

Contattami

Sarete ricontattati entro 48 ore.

 

 

Col termine Demenza si indica il quadro clinico consistente nel progressivo deterioramento delle funzioni intellettive in una persona che in età adulta aveva sviluppato un’intelligenza normale. La demenza comporta l'insorgenza di sintomi cognitivi come la perdita della memoria, delle capacità fasiche, pratiche, gnosiche e della funzione esecutiva. Inoltre, specie nelle fasi avanzate, vengono alterati il comportamento e le reazioni emotive. Le caratteristiche di degenerazione progressiva nella demenza, in particolare nella malattia di Alzheimer, hanno posto in discussione ciò che viene inteso con il termine “riabilitazione”. Le aspettative che si possono avere nei confronti della riabilitazione nella demenza devono essere focalizzate non tanto su un recupero delle precedenti funzionalità cognitive possedute, ma sul tentativo di rallentare il progressivo ed inevitabile decadimento delle capacità intellettive, migliorando a livello più ampio la qualità della vita dei pazienti.

Gli approcci riabilitativi di tipo psicosociale assumono notevole importanza in particolare per ciò che concerne il trattamento di alcuni aspetti della malattia, soprattutto la riabilitazione di tipo cognitivo legata alla compromissione della memoria.

Agli interventi rivolti in modo specifico alle prestazioni mnesiche è necessario affiancare tipologie di intervento come quello cognitivo-comportamentale, il sostegno psicologico e sociale, la consulenza alla famiglia e agli operatori. In questa prospettiva le singole tecniche di intervento come la Memory Training, la Reality Orientation Therapy, la Terapia Comportamentale devono essere inserite all’interno di un approccio globale alla persona che faccia riferimento agli aspetti bio-psico-sociali.

Il campo della riabilitazione cognitiva è stato criticato per la mancanza di una teoria esauriente che spiegasse i meccanismi sottostanti ad interventi riabilitativi di successo o che dimostrasse in che modo tali successi si potessero raggiungere ed essere riproducibili.

Necessario in questo ambito è un progetto di ricerca che dimostri l'efficacia della riabilitazione cognitiva, che risulti eterogeneo, strutturato e che quindi si fondi su studi con una validità scientifica, basati su analisi randomizzate e controllate.

Sotto questa spinta verrà utilizzata nel progetto di ricerca qui proposto una tecnica di riabilitazione

cognitiva chiamata “Terapia di Stimolazione Cognitiva” (Cognitive Stimulation Therapy, CST).

La CST, sviluppata a Londra, risulta essere ad ora l'unica tecnica di riabilitazione cognitiva validata secondo la più autorevole fonte di ricerca dell'evidence-based medicine, la Cochrane Collaboration. Questa forma di terapia cognitiva è basata su una serie di 14 incontri di gruppo, della frequenza di due incontri a settimana, ai quali partecipano 6 pazienti ed è guidata da due conduttori. E' prevista inoltre una serie di sedute di follow-up una volta a settimana per la durata di 4 mesi.

Le sedute di CST si fondano su attività quali la reminescenza di eventi significativi nella giovinezza degli anziani e la stimolazione multisensoriale, implicando l'utilizzo della memoria episodica, semantica e prospettica. Tutti gli incontri sono strutturati secondo il programma descritto nel manuale per l'operatore "Making a Difference: An Evidence-based Group  Programme to Offer Cognitive Stimulation Therapy (CST) to People with  Dementia" e tradotto in italiano dal Dott. Luca Bonaretti.

Articoli

Newsletter

Vuoi essere informato su iniziative particolari offerte da Dott. Bonaretti? Iscriviti alla mia Newsletter.